Giappone

Internet e media

in questo articolo parliamo di:

giappone internet media radio
Internet e media Forexchange
Se avete intenzione di recarvi in Giappone con il vostro portatile, dovrete innanzi tutto accertarvi che sia compatibile con la corrente giapponese e che la spina si adatti alle prese.

Trasformatori e adattatori sono ampiamente disponibili nei quartieri dei negozi di elettronica, come Akihabara a Tōkyō, Den Den Town a Ōsaka o Teramachi-dōri a Kyōto.

IN BREVE:

  • Connessioni cavo LAN più diffuso del wi-fi.
  • Tariffe internet bar da ¥200 a ¥700 l’ora.

Troverete numerosi internet bar (¥200-700 l'ora) e altri punti di accesso alla rete nelle principali città giapponesi. In genere, le connessioni sono veloci (DSL o ADSL) e affidabili. 

Il collegamento wi-fi o internet mobile è dappertutto, ma nella maggior parte dei casi è disponibile esclusivamente per chi sottoscrive uno dei numerosi servizi offerti, cosa che potrebbe risultare non così facile per i viaggiatori (soprattutto per coloro che non parlano né leggono il giapponese). Freespot Map (www.freespot.com/users/map_e.html) ha un elenco di internet hot spot; non è esaustivo e le cartine sono in giapponese, ma è abbastanza utile.

Se neanche questo funziona, ecco altre possibilità per collegarsi in rete:

  • FON Network: praticamente in tutti gli Starbucks c’è il collegamento wi-fi FON. I ‘foneros’ (soci FON) possono collegarsi gratuitamente; i non soci possono usare i servizi di Google, come ad esempio Gmail, gratuitamente. Gli altri servizi sono a pagamento (è possibile pagare con la carta di credito).
  • SIM card: se avete con voi un dispositivo per collegarvi a internet che sia compatibile con una SIM card, potete acquistare una SIM card B-Mobile abilitata al traffico dati in uno dei principali negozi di elettronica. Questo in genere consente un uso illimitato di internet per un certo periodo di tempo (in genere un mese).
  • Boingo: i sottoscrittori del piano globale Boingo (www.boingo.com) possono utilizzare il wi-fi della BB Mobilepoint presso i ristoranti McDonald’s.
  • Connessioni internet portatili: potrete noleggiare SIM card abilitate al traffico dati, chiavette USB o dispositivi wi-fi portatili da numerose compagnie telefoniche. L’opzione più facile da usare con un servizio in inglese è fornita da Rentafone Japan (www.rentafonejapan.com), che offre due tipi di wi-fi portatili a partire da ¥3900 a settimana con uso illimitato.

Rispetto agli hotel occidentali, in quelli giapponesi il wi-fi è assai poco comune: circa un terzo degli hotel giapponesi lo mette a disposizione gratuitamente, un altro terzo lo fa pagare e l’ultimo terzo non lo prevede.
È molto più probabile che l’accesso a internet sia disponibile in camera attraverso un cavo LAN che potrete chiedere gratuitamente alla reception (ma forse vi converrà portarvene uno vostro, per evitare di doverlo chiedere ogni volta che vi spostate). Le connessioni LAN in genere funzionano bene, ma potrebbe capitare di avere qualche problema (che non è detto il personale della reception riuscirà a risolvere) a causa dell’incompatibilità del software con l’hardware oppure per problemi di configurazione.

I tre importanti quotidiani in lingua inglese sono il Japan Times, il Daily Yomiuri e l’Asahi Shimbun/International Herald Tribune. Nelle città più grandi si trovano in vendita nelle librerie, nei negozi di generi vari, nelle edicole delle stazioni ferroviarie e in alcuni hotel. Nelle zone rurali a volte non si trovano affatto.
Nelle grandi librerie delle principali città si vendono anche alcune riviste straniere. Per una panoramica sui principali quotidiani giapponesi: www.theworldpress.com o www.onlinenewspapers.com.
Negli ultimi anni è aumentato il numero di stazioni radiofoniche che si rivolgono alla popolazione straniera del Giappone. InterFM (76.1FM; www.interfm.co.jp) è una delle più seguite dagli stranieri residenti a Tōkyō. Nel Kansai l’equivalente è FM Cocolo (76.5FM; www.cocolo.co.jp).

Vi consigliamo di seguito alcuni siti web utili per avere un quadro generale del paese: