Gran Bretagna

Moneta locale e banche

in questo articolo parliamo di:

gran bretagna moneta banche
Moneta locale e banche Forexchange
Gli sportelli bancomat (ATM, spesso chiamati ‘cash machine’) si trovano ovunque nei grandi e piccoli centri urbani e di solito accettano carte Visa, MasterCard, Cirrus o Maestro.

Per pagare

BANCOMAT
Quasi sempre con le carte straniere vi verrà applicata una commissione. Informatevi presso la vostra banca in merito alle modalità di utilizzo della vostra carta nel Regno Unito.
Controllate sempre che i dispositivi non siano stati manomessi: un espediente piuttosto utilizzato dai truffatori consiste nell’inserire nella fessura un lettore che scansiona il numero della carta.


CAMBIO
Nelle città più grandi e nelle cittadine principali troverete banche e uffici di cambio dove convertire denaro (contante o travellers’ cheque) in sterline.
State attenti, però, perché alcuni uffici di cambio offrono tassi sfavorevoli o applicano commissioni esorbitanti. Si può cambiare denaro anche presso alcuni uffici postali, molto comodi nelle zone di campagna.


CARTE DI CREDITO

Le carte dei circuiti Visa e MasterCard (meno diffuse sono American Express e Diners Club) sono accettate comunemente in tutto il paese. Molti esercizi commerciali accettano le carte di credito dotate di PIN in sostituzione della firma. Alcuni piccoli B&B di campagna non accettano il pagamento con carta di credito, ma solo in contanti.


MANCE
In Gran Bretagna non si è obbligati a lasciare alcuna mancia se la cucina o il servizio sono stati insoddisfacenti (e anche quando quest’ultimo è già stato aggiunto al conto alla voce ‘service charge’).

  • Ristoranti: intorno al 10%. Lo stesso vale nei teashop e nei caffè più eleganti con servizio al tavolo. Nei ristoranti più esclusivi, i camerieri potrebbero guardarvi male se la mancia non si avvicina al 12% o addirittura al 15%. 
  • Taxi: 10%, oppure si può arrotondare la somma dovuta alla sterlina superiore, soprattutto a Londra. È invece meno usuale lasciare la mancia ai conducenti di minicab. 
  • Inservienti dei servizi igienici pubblici: circa 50p. 
  • Pub: intorno al 10% se si ordina da mangiare al tavolo e il pasto viene servito dal cameriere. Se si ordina e si paga (da bere o da mangiare) direttamente al banco, non è necessario lasciare la mancia. 
  • Hotel: lo standard è 1 sterlina per borsa; per gli addetti alla pulizia a vostra discrezione.


TASSE E RIMBORSI

La value-added tax (VAT), cioè l’IVA, ammonta al 20% ed è applicata sulla maggior parte di beni e servizi, tranne gli alimentari, i libri e l’abbigliamento per bambini. Per legge i ristoranti sono tenuti a esporre i prezzi comprensivi di VAT, che tuttavia non è sempre inclusa nei prezzi delle camere d’albergo – quindi chiedete chiarimenti quando prenotate, per non avere sorprese al momento di saldare il conto.
I viaggiatori italiani non possono richiedere il rimborso dell’IVA per gli acquisti effettuati nei paesi UE.

 

TRAVELLERS' CHEQUE
In Gran Bretagna non sono usati quanto le carte di credito/debito; sono raramente accettati in pagamento per gli acquisti effettuati (tranne che nei grandi alberghi), perciò è necessario cambiarli prima in denaro contante nelle banche o presso un cambiavalute.

Orari delle banche

Da lunedì a venerdì: dalle 9.30 fino alle 16 o alle 17; sabato: sedi principali aperte dalle 9.30 alle 13.

Costi in Gran Bretagna

La Gran Bretagna non è un paese economico.
Trasporti, musei, siti turistici, ristoranti e alberghi sono tutti costosi se paragonati a molte altre mete europee.
Tuttavia, se pianificato accuratamente, un viaggio nel Regno Unito non vi ridurrà sul lastrico. Potete risparmiare pernottando nei B&B anziché negli alberghi, o negli ostelli anziché nei B&B. Un’altra scelta è quella delle catene di motel lungo le autostrade e alla periferia delle grandi città. Potete anche risparmiare molto prenotando in anticipo i lunghi viaggi in autobus o in treno – ed evitando i periodi in cui tutti viaggiano (per esempio il venerdì pomeriggio). Molte attrattive sono gratuite (oppure offrono sconti nei giorni di minor afflusso, come il lunedì). Inoltre non spenderete un solo penny per godervi il miglior patrimonio del Regno Unito: la campagna e la costa, davvero splendide.
Quanto a Londra, è una delle città più care del mondo. Particolarmente elevate sono le spese legate all’alloggio e per mangiare fuori. Da questo punto di vista, come nel resto della Gran Bretagna utilizzare i supermercati consente notevoli risparmi.

Budget giornaliero

Economico, meno di £50

  • Letti in camerata: a partire da £10-25
  • Pasti economici in caffè e pub: £5-9
  • Viaggio in autobus di 200 miglia (322 km): £10-30

Medio £50-100

  • Doppia in hotel o B&B di media categoria: £60-130 (Londra £90-180)
  • Portate principali in ristoranti di media categoria: £9-18
  • Viaggio in treno di 200 miglia (322 km): £15-50
  • Noleggio di un’utilitaria: a partire da £30 al giorno

Elevato, più di £100

  • Pernottamento in un hotel a 4 stelle: a partire da £200
  • Pasto da 3 portate in un buon ristorante: a partire da £40

Suggerimenti per risparmiare a Londra

  • La città è enorme – cercate alloggio nei pressi del luogo di lavoro per risparmiare tempo e denaro nei trasporti.
  • Procuratevi la Oyster Card, il sistema più economico e pratico per utilizzare i trasporti pubblici.
  • Per assistere agli spettacoli del West End risparmiando qualcosa, optate per i biglietti disponibili il giorno stesso dell’evento presso il botteghino, oppure per i biglietti last-minute venduti dai chioschi di Leicester Sq.
  • Quando volete mangiare bene, fatelo a pranzo piuttosto che a cena, o cercate le offerte pre- o dopo-teatro.
  • Con il London Pass (www.londonpass.com) entrate gratuitamente nei maggiori siti turistici, saltando la coda; maggiori informazioni sul sito web.
    Il costo delle tessere è di £46/61/74/99 rispettivamente per 1/2/3/6 giorni per gli adulti, di £29/46/51/69 per i ragazzi, ma i costi variano ulteriormente se si include anche l’utilizzo della metropolitana e degli autobus.