Mondo

Come organizzare velocemente una crociera ai Caraibi

in questo articolo parliamo di:

Mondo Informazioni utili
Come organizzare velocemente una crociera ai Caraibi Forexchange
Tutti i consigli utili per godervi un viaggio bellissimo senza spendere una fortuna.

Uno dei modi più popolari e amati di visitare le più belle isole dei Caraibi è a bordo di una nave da crociera, un viaggio unico nel suo genere. Se avete scelto di fare questa esperienza, vi sarà utile questa mini guida su come organizzare una crociera ai Caraibi velocemente e con attenzione a non spendere un capitale.


Scegliere l’itinerario giusto

Lo sappiamo, i Caraibi sono un’area immensa composta da isole di tutte le dimensioni che si estendono dalla Florida fino alle coste del Venezuela. La prima domanda che dovrete porvi è: qual isola, tra le tante, non potrà mancare nel vostro itinerario? Repubblica Domenicana, Martinica, Barbados, Giamaica, Antigua, Trinidad e Tobago? Una volta individuata la destinazione top della vostra crociera ai Caraibi, lasciatevi ispirare tra i tanti itinerari proposti attualmente dalle compagnie e scegliete quella che più si adatta alle vostre esigenze. Un altro criterio importante è sicuramente la durata del viaggio, in base al tempo a disposizione potrete scegliere un itinerario diverso. Infine, informativi sul clima del Caraibi, il meteo e l’alternarsi delle stagioni umida e secca vi aiuteranno a scegliere il momento migliore per partire, ma anche l’itinerario da seguire.  


Cosa serve per una crociera ai Caraibi

Assicuratevi di avere i documenti necessari per viaggiare ai Caraibi: in generale è sufficiente un passaporto valido, ma rimandiamo all’articolo dove abbiamo raccolto i documenti di viaggio necessari per ciascuna delle isole principali. È consigliato avere un’assicurazione medica perché ai Caraibi l’assistenza sanitaria è a pagamento.


Come arrivare ai Caraibi

La partenza delle crociere per i Caraibi avviene generalmente da un porto della Florida (Miami, Fort Lauderdale, Port Canaveral, ecc.) o di una delle isole maggiori (Repubblica Domenicana, Guadalupa, etc.). Esistono anche crociere, normalmente più lunghe e impegnative, che partono da altri porti degli Stati Uniti o addirittura dall’Europa.


Cosa portare in valigia

Preparare la valigia per un viaggio in crociera ai Caraibi richiede alcune minime attenzioni. Un outfit alla moda per il mare è d’obbligo, insieme a dosi massicce di protezione solare, non solo però. Il clima tropicale è però imprevedibile, prepariamoci anche a violenti acquazzoni e a oscillazioni della temperatura tra il giorno e la notte. Infine, questo è il dettaglio più importante, la vita in crociera è costellata di occasioni mondane che richiedono un dress code appropriato. Insomma, insieme al costume da bagno e agli abiti comodi per le escursioni, non dimenticate l’abito da sera.  


Prenotate le escursioni in anticipo

Una volta scelta la crociera, consultate il piano escursioni previsto e ricordatevi di prenotarle con anticipo, il rischio è di trovarvi, una volta a bordo, a fare lunghissime file per aggiudicarvi un posto in quelle in programma.


I soldi in un viaggio in crociera

È vero che molte delle spese di viaggio vengono saldate prima della partenza e che a bordo, spesso, non c’è necessità di avere banconote della valuta locale. Ma come comportarsi quando si scende dalla nave durante le escursioni? Una best practice per chi viaggia in crociera ai Caraibi è quella di cambiare gli euro nella valuta dei Caraibi e di farlo prima di partire. Arrivare a destinazione con le banconote straniere già nel portafogli, vi garantirà sicurezza e risparmiioi di tempo e denaro (in questo articolo trovate tutti i vantaggi del cambio valuta tramite prenotazione online).

 

Fonte immagine: Pixabay.it