Mondo

San Valentino che non ti aspetti: 5 tradizioni dal mondo

in questo articolo parliamo di:

Mondo Idee di viaggio
San Valentino che non ti aspetti: 5 tradizioni dal mondo Forexchange
Come festeggiare gli innamorati in modo diverso, apparentemente curioso, ma altrettanto magico

Cioccolatini a forma di cuore, regali, cene a lume di candela e viaggi nelle città più romantiche del mondo, ecco come siamo abituati, ogni 14 febbraio, a celebrare la festa degli innamorati. Sebbene, come in occasione di molte altre festività, gli usi e costumi tendano a globalizzarsi, andando in cerca di tradizioni curiose di San Valentino nel mondo, abbiamo scoperto alcune abitudini diverse e interessanti.


L’Inghilterra e i Valentines  

Quella di San Valentino è una festa particolarmente sentita in Inghilterra, e in generale nel Regno Unito, il 14 febbraio è, infatti, una data consacrata agli innamorati sin dal Medioevo. La tradizione più famosa, lo scambio dei Valentines, vale a dire dei biglietti d’amore con stampati romantici messaggi d’amore, si è affermata ufficialmente già nel XVII secolo. Questa abitudine coinvolgeva anche nobili e reali, protagonisti di amori segreti e trascinanti passioni dei quali questi biglietti hanno, in alcuni casi, conservato traccia.   


Giappone, San Valentino e White Day

Abbiamo parlato del Giappone come una delle mete ideali per un viaggio romantico: Kyoto e i suoi templi, un’escursione nelle località termali più belle. Prepariamoci, però, a un San Valentino leggermente diverso. Il 14 febbraio, il protagonista indiscusso è il cioccolato e a regalarlo sono solo ed esclusivamente le ragazze ai ragazzi, mai viceversa. Inoltre, San Valentino non celebra solo gli innamorati, ma in generale tutti i legami affettivi, primo fra tutti l’amicizia. Un mese dopo esatto, il 14 marzo, si festeggia il White Day, durante il quale i ragazzi ricambieranno regalando cioccolata bianca alle fanciulle.


Corea del Sud, San Valentino tutto l’anno

O quasi. In Corea del Sud il 14 è un giorno dedicato all’amore e alla tenerezza. Ecco allora che se il 14 febbraio si festeggiano gli innamorati, a maggio si celebra il giorno delle rose, a giugno la giornata dei baci e a dicembre quella degli abbracci. Il 14 aprile, invece, è il black day, quando tutti coloro che sono rimasti a mani vuote il giorno di San Valentino devono recarsi in un ristorante, ordinare un piatto di noodle al nero di seppia (o in salsa di fagioli scuri) e lamentarsi della loro vita da inguaribili single.


Cina, La notte dei 7

Anche in Cina non si rinuncia all’occasione globale di festeggiare gli innamorati, spesso non molto tempo dopo aver celebrato il Capodanno. L’uomo è incaricato di pensare a doni romantici e presentarsi al cospetto dell’amata con fiori e cioccolati. Ma questa è, per così dire, la festa importata, esiste infatti una tradizione più antica, “La notte dei sette”, che si festeggia in agosto e durante la quale le donne sono invitate a dare mostra delle loro abilità domestiche per trovare marito.


Estonia e Finlandia

Nei due Paesi scandinavi il 14 febbraio non è la festa esclusiva degli innamorati, ma quella degli amici. Meno prenotazioni per cene a lume di candele, ma tanta voglia, comunque, di celebrare insieme i legami più importanti.

 

Fonte immagine: Pixabay.it