Mondo

Come riconoscere i soldi falsi: 5 regole utili

in questo articolo parliamo di:

Mondo Curiosità sulla valuta
Come riconoscere i soldi falsi: 5 regole utili Forexchange
La guida anti truffa per imparare a riconoscere i soldi falsi.

Sapere come riconoscere i soldi falsi è una competenza molto utile nella vita quotidiana, quando siamo in viaggio e abbiamo poca familiarità con le banconote in uso, o se siamo dei collezionisti in cerca di banconote rare e preziose. Le 5 regole che seguono aiutano a identificare le banconote false, preservandoci da truffe e inconvenienti.


1. Assicurarsi dell’autorevolezza della fonte

Una regola ovvia, ma che riguarda solo i casi in cui si acquistano delle banconote, vale a dire: quando si effettua il cambio valuta per l’acquisto di banconote straniere o quando si comprano banconote rare e fuori corso divenute pezzi da collezione. In queste circostanze la migliore garanzia contro le truffe è rivolgersi ai soggetti incaricati e accreditati.  


2. Avere familiarità con la valuta

Un requisito fondamentale per distinguere una banconota falsa da una autentica è l’esperienza. Se stiamo partendo per una destinazione con valuta diversa dalla nostra, potrebbe, allora, essere saggio arrivare preparati, magari effettuando il cambio valuta prima di partire. Questo ci consentirà di prendere familiarità con le banconote, imparare i diversi tagli e le relative raffigurazioni. Un aiuto notevole per quando ci troveremo a pagare in contanti e a ricevere banconote di resto nel Paese in cui stiamo viaggiando.   


3. Analizzare le caratteristiche peculiari

Questa regola vale senz’altro per i collezionisti, ma tornerà utile a tutti: avere una conoscenza delle caratteristiche fisiche della valuta alle quali siamo interessati. Alcune banconote, per esempio, hanno un elevato numero di segni particolari stampati in specifici punti, molto difficili da contraffare. Conoscerli e riconoscerli è molto utile per evitare di ritrovarsi con banconote false nel portafoglio.


4. Controllare la stampa 

Qualunque esperto di valuta dirà che uno degli indicatori principali dei soldi falsi è l’aspetto della stampa. È una buona pratica controllare sia come gli tutti gli elementi sono disposti sulla superficie per intercettare qualsiasi incongruenza, sia la qualità della stampa (le figure dovrebbero risultare un po’ in rilievo). Questa regola vale tanto per le raffigurazioni quanto per le parti scritte. Ecco perché è importante avere il tempo per “studiare” e prendere confidenza con le banconote e con tutti i dettagli più significativi.


5. Controllare lo spessore

Lo abbiamo visto nel caso dei dollari falsi, ma vale in tutti i casi. Un altro indicatore utile, soprattutto al tatto è lo spessore, controllo tramite tatto: al contrario delle banconote autentiche, quelle false hanno una componente di carta che le rende più spesse, più fragili e usurabili, e tendono ad ammorbidirsi nel tempo.  

 

Fonte immagine: Freepik.com