Svizzera

Automobile e motocicletta

in questo articolo parliamo di:

svizzera automobili noleggio patente
Automobile e motocicletta Forexchange

Nei centri cittadini i trasporti pubblici sono eccellenti, mentre parcheggiare l’auto potrebbe essere un problema.


ASSOCIAZIONI AUTOMOBILISTICHE
Il Touring Club Svizzero (TCS; 022 417 22 20; www.tcs.ch, in italiano, tedesco e francese; Chemin de Blandonnet, Case Postale 820, CH-1214 Ginevra) e l’Automobile Club Svizzero (Automobil-Club der Schweiz, ACS; 031 328 31 11; www.acs.ch, in italiano, tedesco e francese; Wasserwerkgasse 39, CH-3000, Berna 13) possono fornire informazioni sulla guida in Svizzera. Il TCS, con una presenza più capillare, gestisce il servizio di pronto intervento (140) attivo 24 ore su 24, gratuito per i membri delle associazioni automobilistiche svizzere o dei rispettivi affiliati internazionali.


CARBURANTE
La benzina senza piombo (bleifrei, sans plomb), erogata dai distributori di colore verde, è quella usata comunemente, ma anche il diesel è molto diffuso (distributori neri). Per conoscere i prezzi aggiornati visitate il sito www.theaa.com e ricercate ‘fuel’.


CONDIZIONI STRADALI
Le strade svizzere sono ben progettate, dotate di una chiara segnaletica e mantenute in buone condizioni. Nei tratti più ripidi è comunque opportuno viaggiare a velocità moderata e in inverno bisogna avere le catene da neve a bordo del veicolo.
I principali passi alpini sono praticabili tutto l’anno se le condizioni meteorologiche lo permettono. Tuttavia, il Gran San Bernardo, il San Gottardo e il San Bernardino d’inverno sono spesso chiusi per neve – in questo caso l’unica soluzione è utilizzare le loro gallerie. I passi aperti solo da giugno a ottobre sono quelli di Albula, Furka, Grimsel, Klausen, Oberalp, Susten e Umbrail. Altri passi sono il Lukmanier (aperto da maggio a novembre), il Nufenen (da giugno a settembre) e lo Splügen (da maggio a ottobre).
Per informazioni aggiornate in tempo reale sulle condizioni del traffico chiamate il 163 (informazioni registrate in italiano, francese, tedesco e inglese).
Esistono inoltre treni per il trasporto auto che garantiscono agli automobilisti, grazie a lunghe gallerie ferroviarie, veloci spostamenti nelle zone alpine:
Galleria del Lötschberg (0900 553 333; www.bls.ch) Da Kandersteg a Goppenstein (automobile e passeggeri da lunedì a giovedì/da venerdì a domenica Sfr22/27, durata 15 mini) oppure Iselle in Italia (automobile e passeggeri Sfr91; è necessario prenotare in anticipo).
Passo della Furka (027 927 77 71; www.mgbahn.ch) Da Oberwald a Realp.
Galleria della Vereina (081 288 37 37; www.rhb.ch, anche in italiano) Evita il Passo Flüela, chiuso in inverno; da Klosters-Selfranga a Sagliains-Engadina (automobile e passeggeri bassa/media/alta stagione Sfr31/37/42).


NOLEGGIO
Il noleggio delle automobili è piuttosto costoso, soprattutto se ci si rivolge a un operatore internazionale. Si risparmia qualcosa prenotando prima della partenza.
Di solito l’età minima per poter noleggiare un’auto è 25 anni, ma scende a 20 per alcune agenzie locali, mentre è sempre richiesta la carta di credito.
Nella stagione fredda le automobili a noleggio hanno sempre le gomme invernali.
Tra gli autonoleggio segnaliamo:


CAR SHARING
Mobility (0848 824 812; www.mobility.ch) dispone di circa 2600 automobili sparse in 1300 parcheggi in tutta la Svizzera; le automobili possono essere utilizzate per un periodo che va da un’ora a 16 giorni, ma non sono consentiti viaggi di sola andata.
L’automobile può essere prenotata via internet o telefonicamente e ritirata all’ora prestabilita. Le tariffe giornaliere partono da Sfr2,80 l’ora, cui va ad aggiungersi un supplemento per la distanza percorsa che parte da Sfr0,52 a chilometro.


NORME DI CIRCOLAZIONE

Negli uffici cantonali della motorizzazione e in alcuni posti doganali si può acquistare un manuale (in inglese) sulle norme di circolazione stradale.
L’età minima per guidare automobili e motociclette è 18 anni, mentre per i motorini è 14 anni.
In Svizzera si circola sulla destra. Sulle strade di montagna il veicolo che sale ha la precedenza, tranne per gli autobus postali che hanno sempre diritto di precedenza. Quando un autobus postale si avvicina a una curva cieca, il conducente suona sempre un clacson multitonale. In città date sempre la precedenza ai tram e non superateli quando si fermano per far salire e scendere i passeggeri.
Il limite di velocità nelle aree urbane è di 50km/h (ma in alcuni casi può scendere a 30km/h), 80km/h sulle principali strade extraurbane, 100km/h sulle autostrade a una corsia e 120km/h su quelle a due corsie. A bordo dell’auto è necessario indossare le cinture di sicurezza e avere al seguito il triangolo di emergenza, che deve essere riposto in luogo facilmente accessibile (cioè non nel bagagliaio).
In tutte le gallerie bisogna accendere i fari anabbaglianti, raccomandati ai motociclisti anche durante il giorno al di fuori delle gallerie. I fari vanno accesi anche in caso di pioggia o scarsa visibilità. I motociclisti, sia il conducente sia il passeggero, hanno l’obbligo di indossare il casco.
In Svizzera le autorità sono molto severe con chi guida in stato di ebbrezza. Il limite consentito del tasso alcolico è dello 0,05%; in caso di infrazione si può essere passibili di una pesante ammenda, del ritiro della patente o addirittura dell’arresto. Se si resta coinvolti in un incidente automobilistico bisogna chiamare tassativamente la polizia nel caso in cui ci siano feriti di una certa gravità. È obbligatorio portare sempre con sé il certificato di proprietà del veicolo. Entro i confini svizzeri si può guidare un veicolo immatricolato all’estero per un massimo di 12 mesi.


PARCHEGGIARE IN CITTÀ
Nei centri cittadini (purché non siano chiusi al traffico, come spesso accade) il parcheggio in strada è regolato da parcometri durante le ore lavorative (dalle 8 alle 19 dal lunedì al sabato).
Il costo è di Sfr2 l’ora, per un limite massimo di tempo che va da 30 minuti a 2 ore. Le strade centrali al di fuori di queste zone sono in genere segnalate come aree blu, con un limite massimo di sosta di un’ora e mezzo durante le ore lavorative, o come aree rosse (sempre più rare), con un limite massimo di sosta di 15 minuti. In entrambi i casi bisogna esporre il disco orario.


PATENTE DI GUIDA
La patente italiana e tutte le altre patenti di guida europee e quelle statunitensi sono accettate in Svizzera per un massimo di un anno, dopodiché bisogna farsi rilasciare la patente internazionale (International Driving Permit).


SEGNALI STRADALI
Quasi tutti i segnali stradali sono conformi alle convenzioni internazionali.
Tra i cartelli che potreste non conoscere segnaliamo:

  • Una ruota bianca barrata su sfondo circolare azzurro, che significa obbligo di catene.
  • Una tromba gialla su sfondo quadrato azzurro, che significa che bisogna attenersi alle indicazioni dei conducenti degli autobus postali.