Stati Uniti

Guida ai parchi americani: scopri come organizzare un tour

in questo articolo parliamo di:

idee di viaggio
Guida ai parchi americani: scopri come organizzare un tour Forexchange
Un giro dei parchi americani più belli e i consigli utili per visitarli

Sinonimo di libertà e avventura e immortalati in tanti celebri film, i parchi nazionali americani sono tra i più belli del mondo. Un viaggio alla scoperta delle loro meraviglie è il sogno di tanti viaggiatori: ecco una guida utile per organizzare al meglio un tour dei più belli.


I parchi americani da non perdere

 

Sono quasi 400 le riserve naturali visitabili in tutti gli Stati Uniti. Di queste, solo 59 hanno il titolo di parchi nazionali. Ma scopriamo quali sono le tappe imperdibili di un tour dei parchi americani:

  • Yellowstone – È di gran lunga il parco più visitato di tutti gli Stati Uniti, Patrimonio dell’umanità dall’Unesco e la più antica riserva naturale al mondo. Occupa una superficie che sconfina in tre stati (Idaho, Montana e Wyoming) e tra le tante meraviglie che custodisce al suo interno spiccano i suoi geyser, le piscine naturali, il lago, il Grand Canyon di Yellowstone e la ricca fauna (in particolare, i suoi bisonti).
  • Parco nazionale delle Montagne Rocciose – Si trova in Colorado ed è visitato da più di 2 milioni di visitatori ogni anno che qui si recano per ammirare le sue maestose montagne, le sorgenti del Colorado e le sue splendide foreste.
  • Yosemite e Sequoia – Il parco più famoso della California si trova sulla Sierra Nevada e deve la sua fama alle cime de El Capitan e dell’Half Dome, diventate vera e propria mecca per gli appassionati del climbing. Ma al suo interno si trovano alcuni dei sentieri più belli d’America. La sua visita si abbina quasi sempre a quella del vicino e celebre Sequoia National Park, in cui è possibile ammirare il più grande albero della Terra.
  • Grand Canyon e Monument Valley – Il Grand Canyon è uno dei più famosi parchi del mondo, nella lista dei patrimoni dell’umanità. Si trova in Arizona ed è caratterizzato dai panorami di bellezza unica immortalati in tanti film western hollywoodiani (e non solo). La sua visita si abbina spesso a quella dell’altrettanto celebre Monument Vally, situata tra Arizona e Utah, con le sue guglie rocciose celebri in tutto il mondo simbolo degli Stati Uniti e inserita tra i nostri 10 posti naturali più belli da visitare.
  • Parco nazionale delle Everglades – Si trova in Florida, non lontano da Miami, è riconosciuto patrimonio dell’umanità dall’Unesco e famoso per le sue verdi praterie, spesso immerse nelle paludi infestate dagli alligatori da visitare a bordo dei caratteristici idroscivolanti (airboat).

 

Grandi Parchi Americani: quando andare?

 

Il periodo migliore per visitare i parchi nazionali americani varia, naturalmente, a seconda del parco e della zona in cui si trova. In generale, però, per i parchi che abbiamo consigliato, il periodo di alta stagione è quello estivo e si caratterizza per l’alta affluenza e i prezzi superiori alla norma. Quella invernale è considerata bassa stagione, ma il periodo migliore per visitare i parchi sono la primavera e l’autunno, caratterizzati da tempo bello e bassa affluenza.

 

Visitare i parchi americani

 

Un viaggio nei parchi americani richiede una certa dose di organizzazione necessarie per addentrarsi in zone spesso molto isolate. Oltre a pianificare il viaggio al momento giusto, è indispensabile portare con voi il minimo indispensabile di ogni buona attrezzatura da escursionismo. Ma soprattutto, prima di partire all’avventura nei parchi nazionali americani non dimenticate di effettuare il cambio valuta approfittando di tutti i vantaggi offerti da Forexchange.

 

Fonte immagine: pixabay.com