Blog di viaggio in Russia

Il cambio valuta dall’euro al rublo russo

in questo articolo parliamo di:

Informazioni utili
Il cambio valuta dall’euro al rublo russo Forexchange
Curiosità e informazioni sul rublo russo e sulla sua storia

Il rublo russo è la valuta ufficiale della Russia e delle repubbliche ad essa annessa, seppur non siano riconosciute internazionalmente. L’etimologia della parola “rublo” deriva dal verbo russo “rubit”, cioè “tagliare”, in quanto negli scorsi secoli i proprietari erano soliti togliere un piccolo pezzo alle monete d’argento, facendole circolare nuovamente come se fossero del valore pieno, con la conseguenza che nel tempo le monete diventarono tutte più piccole. Se progettate di visitare la Russia, occorre effettuare il cambio valuta euro – rublo russo.

Ogni rublo russo si suddivide in 100 copechi. Le monete del rublo russo hanno tagli da 1, 5, 10 e 50 copechi, e da 1, 2, 5 e 10 rubli. Le banconote sono disponibili nei tagli da 10, 50, 100, 500, 1000 e 5000 rubli.

Lo scorso anno il rublo ha subito una forte crisi, ma adesso è in fase di ripristino, rafforzandosi: lo scorso 17 dicembre infatti un dollaro è arrivato a valere 80 rubli, mente nel periodo antecedente ne valeva circa 35.

Se state pianificando una vacanza a Mosca, San Pietroburgo o in generale la Russia, è opportuno prima effettuare il cambio valuta euro – rublo russo. Nel corso del processo di prenotazione, è possibile scegliere il taglio delle banconote, che possono essere ritirate direttamente in aeroporto. Al ritorno, grazie a Fx Buy Back, è possibile riacquistare il denaro residuo allo stesso tasso di cambio iniziale.

 

Fonte immagine: Pixabay.com